Una ex quarantenne, in giro per la rete con occhi curiosi e cuore aperto, sempre pronta ad ogni novità.
Uno spiraglio nella mia vita, nella mia straordinaria ordinarietà. La storia continua.

giovedì 6 agosto 2009

Riflessioni

Oggi il blog è un po' triste. Lunedì mi ha telefonato una collega con la quale lavoravo quando ero nel vecchio ufficio. Ho sentito che il tono della voce era particolare, spento. Ho subito avuto un tuffo al cuore, un'intuizione veramente brutta. E ho aspettato pazientemente le fatidiche parole: "Marta, ti devo dare una brutta notizia....." che puntualmente sono arrivate, precise e puntuali come un'orologio svizzero.


E' deceduto il marito dell'altra collega, improvvisamente, senza spiegazioni. Era un uomo giovane, allegro, una bravissima persona. Si prestava moltissimo, faceva un sacco di lavoretti e aiutava tantissimo la moglie in casa. Insomma una perla rara. I medici hanno decretato che aveva un'aneurisma all'aorta, e in mezz'ora se n'è andato.


Mi ricordo che quando lavoravo in quell'ufficio, che era un po' un Meltin' Pot di uffici, c'era il mio, il loro e anche un'altro servizio tutti insieme nella stessa stanza. Era caotico però ci si divertiva tantissimo. Andavamo sempre a prendere il caffè tutti insime e si pranzava sempre tutti insieme, anche con il capo. E con lei si facevano i discorsi seri, si parlava di tutto, era bello e interessante scambiarsi idee e opinioni. Sono rimasta molto affezionata a queste persone, ho lavorato veramente bene con loro. E il pensiero che adesso lei stia soffrendo così tanto mi fa star male. E' vero comunque, l'ho testato sulla mia pelle, che il tempo è un grande consolatore, riesce a smussare angoli e affievolisce non solo il ricordo ma anche e soprattutto il dolore della perdita.


Spero solo che riesca a trovare in futuro un po' di serenità.

2 commenti:

  1. brillantina726 agosto 2009 02:22

    quando si sentono certe notizie si viene assaliti dal senso di impotenza....

    RispondiElimina
  2. treeonthehill6 agosto 2009 14:07

    Mi dispiace tanto, non so cos'altro dire se non state vicini alla vostra collega, ne avrà bisogno.

    Un bacio.

    RispondiElimina