Una ex quarantenne, in giro per la rete con occhi curiosi e cuore aperto, sempre pronta ad ogni novità.
Uno spiraglio nella mia vita, nella mia straordinaria ordinarietà. La storia continua.

mercoledì 7 aprile 2010

Ci sono!

Mamma quanto tempo era che non scrivevo!!!

Sono successe tante cose, che non so da che parte iniziare. Il lavoro sembrava avesse preso una svolta invece nisba, poco prima di Pasqua si è fermata la "macchina" che avrebbe dovuto trasportarmi in un'altro ufficio con un'altro incarico. E invece qualcuno ha fatto i conti senza l'oste e sono rimasta al palo. Se trovo l'oste gli passo sopra con il fuoristrada......

Sto tentando di capirci qualcosa, e nel frattempo cerco di  non inimicarmi troppo le tristone dall'altra parte dell'ufficio. Tanto per non ritrovarmi cornuta e mazziata. Stamattina è iniziata la fase diplomatica, e sinceramente non è andata malissimo... vediamo cosa succede nei prossimi giorni.

Per quanto riguarda invece la situazione familiare non è cambiato molto, se non per il fatto che il "Nonno" ha avuto un'altra crisi ed è stato in terapia intensiva fino al giovedì santo. Poi lo hanno ri-trasferito nell'ospedale lontanolontano. E adesso siamo di nuovo da capo. Lui è davvero tanto tanto stanco. Abbiamo esaurito tutte le parole a disposizione, non sappiamo davvero più cosa dirci. Cerchiamo di farci forza e andare avanti, giorno dopo giorno. Quello che ci preoccupa di più adesso però è la "Nonna", che è ri-caduta nel baratro della depressione. Nonostante la nostra vicinanza e quella dei bambini, ma soprattutto nonostante i medicinali che non aveva mai terminato di prendere.

E poi la parte che mi piace di più, quella dell'orgoglio di mamma!!!

La mia bimba ha suonato l'Ave Verum di Mozart con il coro di Giogoli il venerdì santo, durante la Via Crucis, e sono riuscita a portarci anche la mia mamma e le mie zie. E' stato davvero molto bello, ha preparato questo pezzo in pochissimi giorni, ha suonato insieme a due altri bambini, uno suona il violino come lei e un'altro il violoncello. Sono stati meravigliosi, il pezzo, molto intenso, ha creato un pathos e un'atmosfera bellissima. Tutti si chiedevano chi fossero i musicisti che suonavano, e alla fine i bambini sono dovuti uscire da dietro il coro, nessuno credeva che fossero dei bambini a suonare!!!

Anche se in enorme ritardo, vorrei augurare a tutti gli amici che questa Pasqua possa portare rinnovamento e nuova energia a tutti.

1 commento:

  1. lasci un saluto
    evviva la normalità!

    RispondiElimina